RECENSIONI

“I pesci non chiudono gli occhi”: voce del verbo “mantenere”

Una storia che sa di cambiamenti, un modo di raccontarla - ritmico e a riprese - che ricorda tanto lo sciabordio delle onde di quel mare caro al protagonista: questo è I pesci non chiudono gli occhi, il romanzo di Erri De Luca scritto nel 2011 per Feltrinelli. Se da una parte i ricordi d’infanzia… Continue reading “I pesci non chiudono gli occhi”: voce del verbo “mantenere”

Annunci
RECENSIONI

“Fahrenheit 451”: un fuoco che brucia e non scalda

«Se vi danno un foglio con le righe già tracciate, scrivete dall’altra parte»: con questa evocativa e reale - si capirà nella lettura il perché - citazione di J. R. Jiménez inizia Fahrenheit 451, un romanzo distopico scritto nel 1953 da Ray Bradbury (lo stesso di Cronache marziane) e che descrive, attraverso l’ambientazione in un… Continue reading “Fahrenheit 451”: un fuoco che brucia e non scalda

RECENSIONI

“La lettera segreta”: un viaggio (d’amore) che sfida il destino

La lettera segreta di Chloé Duval è un romanzo del 2017, pubblicato da Garzanti, che ho scoperto “piacevolmente” per caso, proprio mentre ero alla ricerca di qualcosa di non troppo impegnativo da leggere. La trama è all’apparenza molto semplice, ma anche piuttosto intrigante: immaginate di ricevere nella cassetta delle lettere, come accade alla protagonista Flavie,… Continue reading “La lettera segreta”: un viaggio (d’amore) che sfida il destino

RECENSIONI

“Il complotto contro l’America” e l’incubo in un francobollo

La paura domina questi ricordi, un'eterna paura. Certo, nessuna infanzia è priva di terrori, eppure mi domando se da ragazzo avrei avuto meno paura se Lindbergh non fosse diventato presidente o se io stesso non fossi stato di origine ebraica. Sebbene Philip Roth abbia abbandonato presto il paese d’origine per diventare uno scrittore, in Il complotto… Continue reading “Il complotto contro l’America” e l’incubo in un francobollo

RECENSIONI

“Mattatoio n. 5”: così va la vita

Mattatoio n. 5 di Kurt Vonnegut non è solamente un romanzo pungente in grado di unire la leggerezza dell’ironia con la serietà di certi temi, ma è anche (e soprattutto) la storia di un trauma, sia personale che storico, perfettamente trasposto su carta. Il fatto che sia stato scritto nel 1969 non fa altro che… Continue reading “Mattatoio n. 5”: così va la vita

RECENSIONI

“Il ritratto ovale”: un racconto breve e del terrore di Edgar Allan Poe

Parlare di tutti I racconti dell’incubo e del terrore di Poe in una sola recensione pareva una impresa titanica solo a pensarla, molto più fattibile era andare a colpo sicuro e sceglierne uno in particolare, perché no il preferito. Dopo un'ardua decisione, alla fine la scelta è caduta proprio su Il ritratto ovale, un testo in… Continue reading “Il ritratto ovale”: un racconto breve e del terrore di Edgar Allan Poe

RECENSIONI

“Quanto ti ho odiato”: odi et amo

Perdere la testa e finire per innamorarsi della persona che meno si sopporta al mondo: oltre a rappresentare uno dei cliché più sfruttati dalla letteratura e dalla cinematografia, è anche il motore portante della trama di Quanto ti ho odiato, il romanzo scritto da Kody Keplinger ed edito nel 2015. Forse odiavo Wesley Rush, ma… Continue reading “Quanto ti ho odiato”: odi et amo