RECENSIONI

“Il complotto contro l’America” e l’incubo in un francobollo

La paura domina questi ricordi, un'eterna paura. Certo, nessuna infanzia è priva di terrori, eppure mi domando se da ragazzo avrei avuto meno paura se Lindbergh non fosse diventato presidente o se io stesso non fossi stato di origine ebraica. Sebbene Philip Roth abbia abbandonato presto il paese d’origine per diventare uno scrittore, in Il complotto… Continue reading “Il complotto contro l’America” e l’incubo in un francobollo

Annunci