CURIOSITA'

La distopia e le “Scritture della catastrofe”

Un termine che tutti sicuramente avranno già sentito - soprattutto perché è stato rivalutato moltissimo, negli ultimi anni, sia dalla cinematografia sia dalla letteratura - è certamente quello di “distopia”. Storicamente parlando, quest’ultima si può dire sia nata nell’Ottocento, precisamente nel 1868, ad opera del filosofo John Stuart Mill che ne coniò il termine sulla… Continue reading La distopia e le “Scritture della catastrofe”

Annunci
RECENSIONI

“Fatherland”: buon 75esimo compleanno, Adolf Hitler!

Non erano ancora le sette, e Berlino era animata dalle possibilità che la giornata doveva ancora spegnere. Fatherland è la storia di un’ucronia che ha come protagonista la Germania nazista del Reich, ma anche il racconto di un potere che si insinua nella mente di chi crediamo insospettabile e intoccabile. Se non sapete cosa sia l'ucronia,… Continue reading “Fatherland”: buon 75esimo compleanno, Adolf Hitler!

RECENSIONI

“1984”: Big Brother is watching you

Eric Arthur Blair, il vero nome di George Orwell, ha scritto Nineteen Eighty Four nel 1949, poco dopo la fine della Seconda guerra mondiale e in un periodo ancora piuttosto provato dai danni causati dai regimi totalitari. In questo romanzo, la storia non è affatto un elemento da sottovalutare, piuttosto assume un’importanza rilevante per tutti quei… Continue reading “1984”: Big Brother is watching you

RECENSIONI

“Fahrenheit 451”: un fuoco che brucia e non scalda

«Se vi danno un foglio con le righe già tracciate, scrivete dall’altra parte»: con questa evocativa e reale - si capirà nella lettura il perché - citazione di J. R. Jiménez inizia Fahrenheit 451, un romanzo distopico scritto nel 1953 da Ray Bradbury (lo stesso di Cronache marziane) e che descrive, attraverso l’ambientazione in un… Continue reading “Fahrenheit 451”: un fuoco che brucia e non scalda

CONSIGLI DI LETTURA

“La notte della svastica” di K. Burdekin: un futuro indesiderabile

La notte della svastica di Katharine Burdekin è un libro che non potevo non citare nei consigli di lettura, soprattutto se amate quello strano genere che incrocia la distopia con l'ucronia. Qui infatti, oltre ad avere un mondo completamente "stravolto", ci troviamo anche 700 anni dopo l'ascesa di Adolf Hitler che, non solo ha vinto la… Continue reading “La notte della svastica” di K. Burdekin: un futuro indesiderabile

RECENSIONI

Il mondo post apocalittico di “Dominant” e l’energia geotermica

Dominant (2017) è un libro scritto da Irene Grazzini che si aggiunge alla lunga lista del genere distopico. Il romanzo si può definire come una piacevole commistione tra i famosissimi Divergent e Hunger Games, eppure è capace di avere una propria personalità senza risultare “solo” una copia ben fatta. Claire seguì la professoressa Rania all’interno… Continue reading Il mondo post apocalittico di “Dominant” e l’energia geotermica

RECENSIONI

“Non lasciarmi”: i cloni con un destino già scritto

“Commovente e visionario”: così è stato descritto Non lasciarmi di Kazuo Ishiguro, un romanzo ucronico edito nel 2005 e meglio conosciuto con il titolo originale di Never let me go. La trama ci immerge fin da subito negli anni Novanta e in un mondo che sembra essersi proiettato completamente verso gli esperimenti genetici e il… Continue reading “Non lasciarmi”: i cloni con un destino già scritto