Libri usati: “Il paradiso perduto”

Il paradiso perduto - John Milton

Pagine

Valentina Zanotto

Rovistare nei mercatini dei libri usati significa “sporcarsi” un po’ le mani di vissuto, ma anche sentirsi addosso quello strano profumo della carta ingiallita dal tempo. Secondo me, niente di più bello. Oggi voglio farvi fare la conoscenza di un altro acquisto di cui vado particolarmente orgogliosa e che proviene proprio da uno di questi “magici” posti in cui il tempo viaggia a ritroso: la splendida copia, in due volumi e ricca di illustrazioni, de Il paradiso perduto di John Milton, un’opera che, appena pubblicata e poi con gli anni, è riuscita a strappare sia elogi che critiche. Se non sapete di cosa sto parlando, eccovi un po’ di informazioni. Paradise Lost ha visto la luce per la prima volta nel 1667, e oggi rappresenta senza alcun dubbio uno dei capisaldi della letteratura inglese: un (se non addirittura “il”) poema epico capace di tessere una storia che unisce elementi della tradizione pagana e cristiana, ma anche un serbatoio letterario di tematiche e accezioni particolari. Come suggerisce bene il titolo, quest’opera prende spunto dall’episodio biblico della caduta di Adamo e Eva dal paradiso terrestre e quindi anche dalla tentazione di Satana, “Angelo caduto” e protagonista principale della storia con il suo fare ambizioso e provocatorio. Particolarmente celebre per la citazione «Better to reign in Hell, than serve in Heaven.», Il paradiso perduto non è solamente un’importante opera critica che ha suscitato l’interesse di diversi studiosi (come ad esempio T.S. Eliot o Voltaire) ma anche una notevole fonte d’influenza che dal XVII secolo è stata in grado di prolungarsi fino a oggi (basti pensare al termine “Pandemonio”: inventato proprio da Milton e ancora ampiamente utilizzato nel nostro linguaggio comune). Vi lascio il link per acquistare Il paradiso perduto attraverso un’interessante inserzione che ho trovato su eBay (la copia non è come la mia) oppure quello per comprare il testo con Amazon (a 11,05 euro, con testo inglese a fronte).

Libri usati: “5 maestri dell’orrore”

5 maestri dell'orrore.jpg

Valentina Zanotto

I mercatini dei libri usati, a volte, più che degli spazi dedicati a dei testi vintage e fascinosi, sembrano piuttosto un angolo di pagine scartate da lettori troppo critici e in “imbarazzo” per i loro errori d’acquisto passati. In altri casi, invece, quelli più fortunati, si dimostrano essere delle vere e proprie “isole del tesoro”. Con sicurezza, posso far rientrare 5 maestri dell’orrore proprio nella seconda categoria: ho trovato questo volumetto in una delle mie incursioni a una bancarella di libri usati e appena l’ho visto mi sono chiesta come mai nessuno lo avesse ancora acquistato. Edito dalla “Newton Compton” (Tascabili Economici Newton), anni ’90, tenuto benissimo, cinque racconti: tutte queste caratteristiche alla modicissima cifra di 3 euro.

  • Carmilla, Le Fanu;
  • Il velo dissolto, George Eliot;
  • Il ladro di cadaveri, Stevenson;
  • L’ospite di Dracula, Stoker;
  • I racconti dell’oltretomba, Bierce.

Se vi ho incuriosito e volete acquistarlo anche voi, su eBay ho trovato un’inserzione che fa proprio al caso vostro!