“Il canto di Natale”: siamo sempre in tempo per salvarci dallo Scrooge che c’è in noi

Non è mai troppo tardi per rendersi conto dei propri sbagli e per diventare più buoni, soprattutto a Natale, quando tutti i cuori sono ben disposti ad accettare i sentimenti genuini e il perdono. Lo sa bene anche Scrooge, il burbero protagonista de Il canto di Natale che da tutti è visto quasi come unContinua a leggere ““Il canto di Natale”: siamo sempre in tempo per salvarci dallo Scrooge che c’è in noi”

“Mattatoio n. 5”: così va la vita

Mattatoio n. 5 di Kurt Vonnegut è un romanzo “tagliente” in grado di unire la leggerezza dell’ironia con la serietà di certi temi. In primo piano c’è la storia di un trauma, sia personale che storico, perfettamente trasposto su carta. Il fatto che sia stato scritto nel 1969 non fa altro che incentivare questa affermazione:Continua a leggere ““Mattatoio n. 5”: così va la vita”

“Il ritratto ovale”: arte e terrore

Parlare di tutti I racconti dell’incubo e del terrore di Poe in una sola recensione sarebbe impossibile. Dopo un’ardua decisione, la scelta è caduta su Il ritratto ovale, un testo – tra i miei preferiti – in grado di mescolare atmosfere macabre e arte. Questo racconto datato 1842, oltre a essere relativamente breve, è anche sorprendentementeContinua a leggere ““Il ritratto ovale”: arte e terrore”