CONSIGLI DI LETTURA

Aspettando Halloween: cosa leggere

C’è il racconto e poi c’è il modo di raccontarlo. Ma anche il luogo in cui si racconta e il momento. A ben pensare dentro tutta la teoria dei generi letterari c’è sempre un dato, un carattere ereditario indotto che dipende dal dove, dal come e dal perché. Sembrerà una banalità, ma leggere Poe di giorno o di notte cambia, e cambia anche a leggerlo in un pomeriggio uggioso piuttosto che in riva al mare mentre ci si arrostisce sotto alla canicola. Quindi c’è la voce con cui si legge: ogni lettore ha dentro un altro lettore parlante, un fantasma di se stesso che, come un estraneo che sbircia il giornale mentre lo leggete in treno o al parco, bisbiglia la pagina che avete davanti agli occhi. Bene, a seconda del tipo, o del genere, di racconto che state leggendo, quella voce cambia.

Nell’introduzione a Racconti di Halloween – antologia che raccoglie diversi autori che hanno scritto storie “per non dormire” -, Marcello Fois si sofferma sul ruolo della narrazione come aspetto fondamentale per indurre nel lettore un senso di paura e riverenza (sentimenti alla base, non a caso, della letteratura dell’orrore). Anche la creazione del contenuto vero e proprio deve seguire un vademecum e possiede la sua importanza. La regola è solo una (e all’apparenza anche scontata): il “buon racconto di paura” necessita, per prima cosa, di fare paura; per raggiungere questo stato d’animo, uno dei mezzi è senz’altro la scompaginazione del nostro ruolo nel macrocosmo che ci circonda. In poche parole: ricreare “quell’angoscia ancestrale del passaggio tra luce e tenebra”.

shocking book
Immagine presa dal web

Destreggiarsi tra le letture durante i mesi autunnali significa anche fare i conti con la notte più spaventosa dell’anno. Cosa leggere ad Halloween – contrazione di All Hallows Eve – non è solo una questione che riguarda gli amanti dell’horror, ma anche tutti coloro che prediligono i libri “a tema” sfogliati nell’atmosfera perfetta. Gli ingredienti sono semplici, ma molto efficaci: il buio di una stanza illuminata dalla flebile fiamma di una candela, una solitudine interrotta da qualche spaventoso scricchiolio, la notte fredda e buia (meglio ancora se tempestosa). Il resto lo fanno le storie – racchiuse in romanzi, racconti o semplici poesie – e i protagonisti che le abitano: vampiri, morti che non hanno trovato pace, fantasmi, ma anche castelli diroccati, ambientazioni a metà tra il terrificante e il perturbante, case disabitate e oggetti inaspettatamente animati. Gli autori che sono stati in grado di creare delle storie da brivido sono davvero moltissimi: ognuno con il suo modo di suggestionare il lettore e di scavare nell’inquietudine dell’animo umano. Qui di seguito – come un calderone che mescola tra loro generi come l’horror, la fiction gotica e il thriller – ecco un elenco di autori (con i rispettivi testi) da assaporare la notte del 31 ottobre. E, perché no, anche per tutto il periodo autunnale.

Nota bene. È impossibile mettere d’accordo tutti su quali siano i migliori libri che valorizzano questo genere. Altrettanto inattuabile riportare tutti gli autori che l’hanno reso grande (e continuano a vivificarlo nel contemporaneo). I nomi e i titoli sopracitati rispondono a una mia personale preferenza; sono sicura che ogni lettore ha il suo modo di approcciarsi alla festa di Halloween, per questo sono curiosa di conoscere anche le “storie per non dormire” proposte da voi. Solo un’ultima cosa: vorrei fare delle menzioni d’onore rivolte ad alcune delle “terrificanti” case editrici da cui mi sono fatta ispirare: non solo perchè propongono dei volumi perfettamente inseriti nel tema, ma anche perchè spero di segnalarvi – nel caso non ne siate già a conoscenza – delle realtà indipendenti che meritano di essere risaltate.

ABEditore, con la collana Piccoli Mondi e L’imbustastorie.
Rimarrete stupiti dal constatare quanta letteratura meravigliosa si trovi nascosta sotto la punta dell’iceberg. Qui potrete trovare dei racconti – perlopiù super Classici – dedicati al macabro e “vestiti” con delle traduzioni e delle grafiche pazzesche. Parole d’ordine: tanta cura per il dettaglio.

Per saperne di più:

Nero Press Edizioni, nelle categorie Insonnia e Infinito.
Horror, mistero e gotico si mescolano ai Classici del genere e alla narrativa contemporanea (con riferimento ad autori italiani e stranieri). Una scelta che spazia tra le nuove proposte che si cimentano con la letteratura “spaventosa” e le “vecchie leve” valorizzate sotto un’altra prospettiva.

Per saperne di più:

EDIKIT, con le collane Orrore e Fantastici Racconti.
Una casa editrice indipendente che ho scoperto solo recentemente e che propone dei progetti creativi e giovani (ma che comunque si ben adattano a tutte le fasce d’età). Si dedica soprattutto al genere horror e fantascientifico, con tocchi di sana innovazione, spaziando tra racconti, fumetti e narrativa contemporanea. 

Per saperne di più:

Sono affiliata ad Amazon. Oltre ad aver aggiunto dei rimandi specifici negli articoli, potete supportare il mio blog facendo i vostri acquisti libreschi proprio a partire da questo link generico. Vi ringrazio in anticipo per qualsiasi vostro aiuto.

Annunci

5 risposte a "Aspettando Halloween: cosa leggere"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...