ALLA RICERCA DEL PIATTO PERDUTO

Bocconcini di pollo alla senape

Pollo alla senape.JPG
Valentina Zanotto

Ingredienti (per 2 persone):
250 g di petto di pollo
Farina q.b.
2-3 cucchiai di senape
1/2 bicchiere di acqua (calda)
1 cucchiaino di miele (facoltativo)
Prezzemolo tritato
Olio e.v.o.
Sale q.b. 

Preparazione:
Tagliare il petto di pollo a tocchi e poi panarlo con un leggero strato di farina (per velocizzare il procedimento si può usare anche un sacchetto salva-freschezza: mettere all’interno una manciata di farina, i pezzi di carne e poi agitare per fare aderire i due ingredienti). 

Far rosolare il pollo in una padella con un filo di olio. Quando è ben dorato, aggiungere anche mezzo bicchiere di acqua (possibilmente calda), la senape e, se piace, anche il miele. Aggiustare di sale. 

Cuocere il pollo fino a quando non si sarà formata una cremina densa. Come ultimo tocco aggiungere anche il prezzemolo tritato finemente (se si vuole, anche un po’ di erba cipollina).

Difficoltà:
Una forchetta su tre (bassa)

Se fosse un libro:

«Senti, senti…» fecero Oswald, Wilbur, Alexander e le ragazze, mentre l’oratore si fermava aspettando l’applauso.
«Dal punto di vista tecnologico» continuò papà, dopo un accenno di inchino «stiamo vivendo una vera e propria rivoluzione. Il miglioramento degli utensili di pietra è lento ma costante. E con la padronanza del fuoco abbiamo ora un’arma invincibile, che ci darà la supremazia mondiale».
«Vergogna! Vergogna!» gridò zio Vania. «Wilbur, vedi un po’ se riesci a spaccare quest’osso buco, non riesco a tirar fuori tutto il midollo».

In un interessante articolo letto tempo fa, ho scoperto che la pratica di “insaporire naturalmente” gli alimenti risale sino alla Preistoria. Proprio così: particolari ricerche archeologiche – perlopiù su residui contenuti in vasellami d’argilla – hanno dimostrato che l’uso delle spezie insieme alle proteine animali era molto diffuso già 6000 anni fa. Tra i ritrovamenti, anche i semi della senape. Questo è il motivo per cui per l’abbinamento di oggi ho deciso di raggiungere un periodo remotissimo della storia dell’umanità: Il più grande uomo scimmia del Pleistocene di Roy Lewis è un romanzo che racconta le vicende di un gruppo di cavernicoli impegnati a sopravvivere ed evolversi, ma anche un ironico spaccato degli accadimenti preistorici come mai li avremmo potuti immaginare. Umorismo, storia e fantascienza fanno di questo testo un bizzarrissimo racconto di quotidianità in grado di toccare anche le tappe che hanno segnato l’evoluzione dell’uomo (come la scoperta del fuoco, la cottura degli alimenti o il baratto). È difficile rimanere impassibili di fronte alle avventure di zio Vania e alle riflessioni filosofiche di Ernest, come pure agli episodi di “corteggiamento” che coinvolgono gli altri membri della “famiglia cavernicola”.  Eppure, questa è molto più di una storia leggera. A prescindere dall’intento canzonatorio, Il più grande uomo scimmia del Pleistocene si può considerare anche un intelligente tentativo per riflettere su alcune delle tematiche che occupano la nostra vita ancora oggi: il matrimonio, il rapporto con il “diverso” e, soprattutto, la questione femminile. Un po’ come i “Bocconcini di pollo alla senape” della ricetta, questo libro darà a una cosa semplice un carattere davvero memorabile. 

Titolo: Il più grande uomo scimmia del Pleistocene
Autore: Roy Lewis
Editore: Adelphi
Lunghezza: 178 pagine
Prezzo: 11 euro
Trama: Il libro che avete tra le mani è uno dei più divertenti degli ultimi cinquecentomila anni. Detto così alla buona, è il racconto comico della scoperta e dell’uso, da parte di una famiglia di uomini estremamente primitivi, di alcune delle cose più potenti e spaventose su cui la razza umana abbia mai messo le mani: il fuoco, la lancia, il matrimonio e così via. È anche un modo di ricordarci che i problemi del progresso non sono cominciati con l’era atomica, ma con l’esigenza di cucinare senza essere cucinati e di mangiare senza essere mangiati.
Per acquistarlo: clicca qui

Sono affiliata ad Amazon. Oltre ad aver aggiunto dei rimandi specifici negli articoli, potete supportare il mio blog facendo i vostri acquisti libreschi proprio a partire da questo link generico. Vi ringrazio in anticipo per qualsiasi vostro aiuto.

 

Annunci

4 risposte a "Bocconcini di pollo alla senape"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...