PILLOLE

Meyrink esoterico

Gustav Meyrink
Immagine presa dal web

Gustav Meyrink – nato Meyer – è stato uno scrittore austriaco grande appassionato di esoterismo e filosofia. È vissuto tra due secoli – Ottocento e Novecento – e di entrambi ha saputo recuperare diversi influssi. La sua attività di scrittore inizia relativamente tardi, solo quando capisce che il lavoro come banchiere non fa più per lui. La passione per le tematiche esoteriche avviene in un momento molto particolare della sua vita: un po’ annientato dalle delusioni e sull’orlo del suicidio, sceglie di darsi un’altra possibilità lasciandosi affascinare dagli ambienti dell’occultismo. Non a caso, i temi con cui Meyrink arricchisce i suoi testi appartengono alla sfera del misterioso. Il suo più grande successo, Il Golem, attinge proprio a una famosa leggenda ebraica che racconta il mito della creazione di una gigante figura antropomorfa dalla forza sovrumana (molto simile alla creatura raccontata nel Frankenstein di Mary Shelley).

Leggenda Golem
Immagine presa dal web

Racconti agghiaccianti non è altro che il prolungamento immaginario dei suoi bizzarri studi, un’amalgama di mondi irreali, fantasia, alchimia e molto altro. Undici brevi testi in cui il “sovrannaturale” si mescola al terrore, ma anche alla sua vita trascorsa per gran parte lungo un baratro. Qui di seguito vi lascio una citazione presa da Il gabinetto delle figure di cera: 

“Le pareti di tela della tenda, dipinte rozzamente con scene eccitanti, selvagge, ondeggiavano un poco e si gonfiavano ogni tanto come gote dalla pelle troppo tesa, quando qualcuno, trafficando nell’interno, vi si appoggiava contro. Due scalini di legno conducevano all’ingresso, e lassù, sotto un riparo di cristallo, stava la figura di cera a grandezza naturale di una donna con una maglia ornata di lustrini. Col suo viso scialbo, dagli occhi di vetro, si volgeva adagio a guardar giù la gente che si affollava attorno alla tenda, passando dall’uno all’altro; poi guardava di fianco, come se aspettasse un cenno segreto dal bruno Egiziano che sedeva alla cassa. Faceva alcuni bruschi movimenti con la nuca facendo ondeggiare i lunghi capelli neri e, dopo un poco, esitando, tornava a fissare sconsolata davanti a sé e ricominciava gli stessi movimenti.”

Approfondimenti:
Il Golem
Racconti agghiaccianti

Annunci

2 risposte a "Meyrink esoterico"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...