“Alla ricerca del piatto perduto”: Caprese in bicchiere

Caprese in bicchiere.JPG

Valentina Zanotto

Ingredienti (per 4 persone):
2 mozzarelle di bufala (se non l’avete, va bene anche quella di latte vaccino)
Una confezione di pomodori datterino
Qualche foglia di basilico
Olio e.v.o. e sale q.b.

Preparazione:
Lavare e asciugare i pomodori datterino, poi tagliarli in quattro parti (o se preferite anche a fettine sottili), quindi metterli in un recipiente e condirli con un pizzico di sale, olio e.v.o e del basilico spezzettato.

Prendere la mozzarella di bufala e farla a tocchetti (anche con le mani, giusto per rendere i pezzi sfilacciati e irregolari).

Comporre il bicchiere alternando uno strato di pomodori datterino e mozzarella, poi guarnire con un filo di olio e.v.o. a crudo e una fogliolina di basilico.

Grado di difficoltà:
Una forchetta su tre (bassa)

Se fosse un libro:

«E a che serve questo gioco dei 10 minuti?»
«Boh, la dottoressa non me l’ha spiegato. Credo serva fondamentalmente a impegnarmi la testa, a riempire il vuoto e a fare ordine nella confusione che mi ritrovo al posto della vita.»

Questo piatto mi fa pensare all’estate, a quel periodo in cui si desidera spesso mangiare qualcosa di fresco e non troppo impegnativo, ma gustoso. Il libro a cui ho pensato non è solamente una lettura leggera e “da ombrellone”, ma anche qualcosa che si lega perfettamente al tempo impiegato per fare questa ricetta: sto parlando di Per dieci minuti di Chiara Gamberale. Se volete seguire la “filosofia” raccontata in questo libro, prendetevi del tempo per fare qualcosa che mai avreste pensato di fare, come ad esempio servire mozzarella e pomodori in un bicchiere!

Per dieci minuti - C. Gamberale

Titolo: Per dieci minuti
Autore:
Chiara Gamberale
Editore:
Feltrinelli
Lunghezza: 187 pagine
Prezzo: 9 euro
Trama:
 Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l’hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare. Chiara Gamberale racconta quanto il cambiamento sia spaventoso, ma necessario. E dimostra come, un minuto per volta, sia possibile tornare a vivere.
Per acquistarlo: clicca qui (al prezzo di 7,65 euro)

Sono affiliata ad Amazon e negli articoli ho aggiunto dei rimandi proprio a questo sito. Per ogni acquisto che farete seguendo i riferimenti che ho messo (oppure partendo da questo link generico), percepirò una commissione del 10% (massimo), ricavato che servirà per mantenere il mio sito o acquistare libri. Vi ringrazio in anticipo per qualsiasi vostro supporto.

2 pensieri su ““Alla ricerca del piatto perduto”: Caprese in bicchiere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...