“Alla ricerca del piatto perduto”: Linguine con pomodori confit e pan grattato

Linguine con pomodori confit e pan grattato

Valentina Zanotto

Ingredienti:
Pasta tipo “linguine”;
Pomodori;
1-2 cucchiaini di zucchero;
Una manciata di pan grattato;
1 filetto di acciuga;
Erbe aromatiche (salvia, rosmarino, basilico e origano);
Sale, olio e.v.o. q.b.

Preparazione:
– Per prima cosa tagliare a piccoli spicchi i pomodori, quindi metterli su una teglia rivestita di carta da forno, condirli con le erbe aromatiche tagliuzzate, il sale e un filo d’olio. Infornare a 160° per circa un’ora, un’ora e un quarto;
– Portare a bollore dell’acqua calda salata e cuocere le linguine;
– Mettere in una padella i pomodori pronti, una manciata di pan grattato, il filetto di acciuga “sbriciolato” e un mestolo dell’acqua di cottura. Una volta pronte le linguine, aggiungerle al “sughetto” e amalgamare il tutto. Ultimare il piatto con del basilico fresco tagliato fine e una spolverata di pan grattato.

Grado di difficoltà:
Una forchetta su tre (bassa)

Se fosse un libro:
Non la semplice “pasta al pomodoro”, ma qualcosa di più, resa particolare e gustosa dai pomodori confit. Ho pensato a un libro reso indimenticabile dalla presenza di un personaggio senza il quale, la lettura, non sarebbe stata sicuramente la stessa: La svastica sul sole di P. K. Dick. Mi viene difficile immaginare questo romanzo fantascientifico senza Juliana, cioè colei che tiene insieme tutti i personaggi come fa intuire un po’ la sua spilla. Allo stesso modo, cosa sarebbe l’esistenza senza un bel po’ di carboidrati, una volta ogni tanto?

La svastica sul sole (P. K. Dick)

Trama: Le forze dell’Asse hanno vinto la seconda guerra mondiale e l’America è divisa in due parti, l’una asservita al Reich, l’altra ai Giapponesi. Sul resto del mondo incombe una realtà da incubo: il credo della superiorità razziale ariana è dilagato a tal punto da togliere ogni volontà o possibilità di riscatto. L’Africa è ridotta a un deserto, vittima di una soluzione radicale di sterminio, mentre in Europa l’Italia ha preso le briciole e i Nazisti dalle loro rampe di lancio si preparano a inviare razzi su Marte e bombe atomiche sul Giappone. Sulla costa occidentale degli Stati Uniti i Giapponesi sono ossessionati dagli oggetti del folklore e della cultura americana, e tutto sembra ruotare intorno a due libri: il millenario I Ching, l’oracolo della saggezza cinese, e il bestseller del momento, vietato in tutti i Paesi del Reich, un testo secondo il quale l’Asse sarebbe stato in realtà sconfitto dagli Alleati. 

«Credo che abbia avuto molto coraggio», disse Juliana, «a scrivere quel libro. Se l’Asse avesse perso la guerra, noi potremmo dire e scrivere quello che ci pare, come facevamo prima; saremmo un paese unito e avremmo un sistema equo, uguale per tutti.»

Sono affiliata ad Amazon e negli articoli ho aggiunto dei rimandi proprio a questo sito. Per ogni acquisto che farete seguendo i riferimenti che ho messo (oppure partendo da questo link generico), percepirò una commissione del 10% (massimo), ricavato che servirà per mantenere il mio sito o acquistare libri. Vi ringrazio in anticipo per qualsiasi vostro supporto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...