Home

Non spaventatevi. 
Nessun O’Brien comincerà a torturarvi in una stanza acceccante come è capitato a Winston Smith in una delle storie distopiche più celebri e inquietanti. Siete solo approdati tra le pagine del mio romanzo preferito – 1984 di George Orwell – e in uno spazio in cui saranno proprio i libri i principali protagonisti.

Benvenuto!

Nello stato immaginario di Oceania – la cui capitale è una Londra ipersorvegliata e grigia, lontanissima da quella di oggi – l’informazione è affidata a quello che Orwell ha denominato Ministero della Verità. A questa costruzione piramidale corrispondeva la propaganda di partito, l’editoria, i programmi radiotelevisivi, ma anche la letteratura

Se in 1984 tutti i testi letterari del passato dovevano essere costantemente modificati per essere adattati al lessico della neolingua, in questo sito potrai recuperare tutto ciò che Winston Smith era costretto a cancellare. Insomma, un Miniver un po’ diverso e sovversivo rispetto a quello del libro. Niente di rettificato o di gettato nell’oblio, ma recensioni, consigli di lettura, curiosità letterarie e molto altro ancora (che potrai scoprire qui).

Ci incontreremo là dove non c’è tenebra.

George Orwell, 1984

La Stanza 101 non ti basta? Allora non farti sfuggire lo spazio “in pochi caratteri” su Twitter, le foto libresche in Instagram e il negozio (a tema) su Etsy.

Gli ultimi articoli pubblicati

Non perderti nessun articolo del blog!