Ministero della Verità

Anni prima (non ricordava quanti, forse sette), aveva fatto un sogno. Stava attraversando una stanza immersa nel buio e qualcuno, che era seduto non lontano da lui, gli aveva detto mentre passava: “Ci incontreremo là dove non c’è tenebra”. Queste parole erano state pronunciate con una calma assoluta, quasi con noncuranza, una semplice affermazione, non un ordine.

Non spaventatevi, nessun O’Brien comincerà a torturarvi in una stanza accecante che ha fatto di 1984 una delle storie distopiche più celebri e inquietanti. Nè tantomeno sperimenterete la perdita identitaria più profonda come è capitato a Winston Smith. Siete solo approdati tra le pagine del mio romanzo preferito e in uno spazio in cui saranno proprio i libri i principali protagonisti.

Per scoprire le ultime recensioni pubblicate sul blog, potete cliccare qui. O altrimenti, consultare l’elenco completo degli articoli. Il blog non vi basta? Allora ci sono anche Twitter, Facebook e Instagram

Ma tutto era a posto adesso, tutto era a posto, la lotta era finita. Era riuscito a trionfare su se stesso. Ora amava il Grande Fratello.


Vuoi supportare La Stanza 101?

L’introito verrà utilizzato per comprare libri e sostenere il blog.

€2,00